SOSTENIAMO IL SINDACO DI RIACE CHE HA FATTO DELLA SOLIDARIETA’ UN MODELLO PER TUTTI

Pescara -

Mimmo Lucano, l’ uomo simbolo che ha fatto dell’accoglienza un modello, dando nuovamente vita ad un piccolo paese della Calabria quasi interamente spopolato, è stato arrestato il 2 ottobre scorso con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e attribuzione illecita di appalti.

 

Il sindaco di Riace, divenuto grazie al suo agire un esempio nel mondo, viene considerato dalla giustizia italiana alla stregua del peggior criminale.

Non dobbiamo fare l’errore di considerare questo come un fatto isolato. Il campanello d’allarme suona per tutti noi.

 

Proprio per questo sosteniamo a gran voce la delegazione abruzzese che domani si unirà alla manifestazione di solidarietà a Mimmo Lucano proprio a Riace.

Delegazione composta da libere persone ed attivisti sindacali, tra di essi acquisisce molta importanza la presenza dell’Assessore all’Urbanistica del Comune di San Vito Chietino, Andrea Catenaro, che porterà con sé la fascia tricolore in rappresentanza della città della costa abruzzese.

 

Ci auguriamo che questa storia finisca per il verso giusto, con esito positivo per il Sindaco di Riace e per il modello che ha costruito.

La solidarietà è un arma molto potente che a quanto pare spaventa chi dell’odio verso il diverso ne fa una propria matrice politica.

L’umanità non si arresta.

Coordinamento Regionale USB Abruzzo