AbruzzoFederazione Regionale

19 GIUGNO 2014 - SCIOPERO NAZIONALE DEL PUBBLICO IMPIEGO

LA REGIONE ABRUZZO IN PIAZZA - DUE PRESIDI

Pescara -

IL PUBBLICO IMPIEGO ABRUZZO E I LAVORATORI DELLE DITTE E COOPERATIVE IN APPALTO NEI SERVIZI PUBBLICI SARANNO PRESENTI IN DUE PRESIDI:

ORE 9.30 AL "PONTE DEL MARE" A PESCARA

ORE 11.00 DAVANTI ALLA PREFETTURA DI PESCARA

 

Stanno distruggendo lo STATO SOCIALE ed i servizi garantiti dalla COSTITUZIONE:

- Taglio di 10 miliardi per la SANITA’;

- Blocco contrattuale dal 2009 al 2020 per i dipendenti pubblici (il 30% dei quali è al di sotto dei 25000 euro lordi) !!!

- Riduzione degli organici nella P.A. e messa in mobilità obbligatoria di due anni e poi licenziamento per tutti coloro che vengono dichiarati perdenti posto;

- Privatizzazione ed esternalizzazione di molti servizi pubblici con regalie milionarie ai soliti profittatori;

- Riduzione dei Vigili del Fuoco a 1 ogni 15300 abitanti mentre nel resto dell’Europa la media è di 1 ogni 1500 abitanti;

- Vendita di circa 6500 (su 8000) società partecipate che quindi vengono destinate al fallimento dopo essere state spolpate dai privati (vedi Alitalia, Telecom, Treni ecc);

 

NOI SCIOPERIAMO CONTRO QUESTO MASSACRO SOCIALE SPACCIATO COME MODERNIZZAZIONE E VOGLIAMO :

- Lo sblocco e rinnovo economico immediato dei Contratti nella P.A.

- La stabilizzazione di tutte/i i 250.000 precari della P.A.

- Reinternalizzazione dei servizi affidati in appalto;

- Il recupero dei 160 miliardi annui di evasione fiscale (Renzi invece vuole chiudere le Agenzie fiscali sul territorio), dei 260 miliardi di evasione contributiva e dei 60 miliardi persi per la corruzione.

Ma né questo Governo, né le forze politiche che lo sostengono e neanche la triplice sindacale che da anni fa finta di opporsi vogliono recuperare questi soldi sottratti dalle nostre tasche (andrebbero forse contro i loro amici evasori, corruttori e corrotti?) e preferiscono distruggere e svendere il patrimonio pubblico.

GIOVEDI’

19 Giugno 2014 Manifestazione Regionale Pescara

ore 9,30

sul “Ponte del Mare”, luogo simbolico dove il fiume la Pescara può essere dichiarato MORTO - GRAZIE ALLE OFFICINE DI BUSSI gestite negli ultimi 30 anni da MONTEDISON e da SOLVAY, e dove è giusto rappresentare quello che le politiche del governo vogliono fare del Pubblico Impiego.

Alle ore 12.00, incontro con il Prefetto.

 

www.tvsei.it/index.php