L'assalto dei precari Asl. La stabilizzazione è vicina

Pescara -

Sit-in dei precari davanti l'assessorato regionale alla sanità. Il presidio è stato organizzato da RdB-Cobas per mantenere l'attenzione sul problema degli oltre settecento lavoratori della sanità abruzzese che si sono ritrovati a spasso per le scadenze dei contratti. C’è stato anche un veloce scambio di battute tra i sindacalisti ed il commissario per il piano di rientro del debito Gino Redigolo, clima diverso dall'ultimo incontro dove Redigolo era stato messo in salvo dalla polizia. «Il piano di rientro sembra immutabile - spiega Mario Frittelli di RdB - quello che ci interessa è il piano di stabilizzazione e Redigolo ci ha detto che se ne sarebbe parlato nel consiglio dei ministri e sarebbe stato inserito nel decreto omnibus per il terremoto». Sarebbe l'ultima speranza per i precari della sanità in vista dell'arrivo di luglio e dell'entrata in vigore del decreto Brunetta che taglierebbe le gambe ad ogni speranza di stabilizzazione. Redigolo, stamani incontrerà una delegazione di lavoratori della sanità, mentre la prossima settimana sarà la volta dell'assessore Lanfranco Venturoni che si esprimerà sulla possibilità di chiusura della vertenza.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni